Nepsic | Patologie degenerative
15719
page-template-default,page,page-id-15719,page-child,parent-pageid-15510,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Patologie degenerative

La comparsa di difficoltà che coinvolgono ad esempio la memoria, il linguaggio, l’attenzione, può essere espressione di una patologia che interessa il sistema nervoso centrale: le patologie degenerative (malattia di Alzheimer, demenze fronto-temporali, malattia di Parkinson, parkinsonismi atipici, ecc.) rientrano tra le cause più frequenti che conducono alla comparsa di modificazioni cognitive e comportamentali. A seconda del tipo di malattia, il deterioramento neuronale può comportare infatti deficit cognitivi, demenza, alterazioni motorie, disturbi comportamentali e psicologici.

 

In quest’ottica, l’assessment neuropsicologico ha lo scopo di esaminare il funzionamento cognitivo del paziente favorendo una diagnosi differenziale precoce, il monitoraggio dell’evoluzione di malattie croniche, l’efficacia di terapie farmacologiche e di altra natura (ad esempio training di stimolazione cognitiva). L’esame, inoltre, consente di fornire una indicazione sulle risorse residue utili anche per la gestione del paziente da parte dei caregivers.