Nepsic | “Psic… chi? Qual è la differenza tra psicologo e psicoterapeuta?”
15841
post-template-default,single,single-post,postid-15841,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

“Psic… chi? Qual è la differenza tra psicologo e psicoterapeuta?”

Capita spesso di dover rispondere a domande del tipo “ma cosa fa uno strizzacervelli? Ma quindi può prescrivere farmaci?”. Effettivamente sono molte le incomprensioni e i falsi miti quando si parla di psicologia, che spesso non ci permettono di capire la loro funzione e quindi la loro utilità nel campo del benessere. Per poter etichettare le figure che abbiamo di fronte è necessario partire dal loro percorso di studi e quindi poi definire le differenze nel campo lavorativo.

Lo psicologo è una figura laureata in psicologia, che ha svolto un anno di tirocinio professionale in un’azienda pubblica o privata al fine di poter sostenere l’esame di stato per l’abilitazione professionale. Il superamento dell’esame di stato è necessario al fine dell’iscrizione all’Albo degli Psicologi della regione in cui si è residenti o in cui si lavora. Ma di cosa si occupa uno psicologo? All’interno di vari settori – scuola, lavoro, comunità, clinica – lo psicologo propone strumenti di diagnosi, prevenzione e intervento sul disagio psichico. Uno degli obiettivi del lavoro dello psicologo è sicuramente quello di promuovere la consapevolezza e rinforzare le capacità dei pazienti attraverso colloqui di sostegno.

Lo psichiatra è invece una figura professionale laureata in Medicina, con una successiva specializzazione in Psichiatria: essendo medico è la figura sanitaria che può prescrivere i farmaci relativi al disagio psichico.

Sia lo psicologo che lo psichiatra possono essere ulteriormente specializzati e quindi diventare psicoterapeuti, e quindi aver frequentato una scuola di specializzazione in psicoterapia pubblica o privata riconosciuta dal MIUR. Lo psicoterapeuta è ovviamente l’unica figura che può esercitare la psicoterapia, ovvero un trattamento finalizzato alla cura dei disturbi psicopatologici e al sollievo della sofferenza emotiva attraverso un processo di cambiamento.

È importante dire che, al fine di proporre un buon trattamento nel campo del benessere psicologico, spesso queste tre figure collaborano all’interno di equipe, private o pubbliche, per permettere l’attivazione di un percorso a 360 gradi per i pazienti. Ad esempio spesso il proprio psicoterapeuta ci potrà inviare da un collega psicologo per poter approfondire, attraverso test e indagini, il tipo di sintomatologia e di diagnosi che presentiamo; nel caso in cui la diagnosi preveda l’utilizzo di farmaci per poter affiancare e aiutare il percorso terapeutico, il nostro psicoterapeuta ci potrà inviare a uno psichiatra di fiducia per poter approfondire l’argomento.

Queste informazioni sono molto utili nel momento in cui ci rivolgiamo ad uno specialista per il nostro disagio emotivo, è necessario sapere infatti chi abbiamo di fronte per poter iniziare un percorso volto al cambiamento e al benessere.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.